Ecco un servizio televisivo realizzato dalla colaborazione tra Mario Bortesi e Antonio Cattani sul grimaldello bulgaro e sulla facilità che questo strumento consente ai malintenzionati nell’aprire le serrature a doppia mappa di vecchia generazione.

ARTICOLO DELLA GAZZETTA DI MODENA DEL 15 AGOSTO 2012
Grimaldello Bulgaro
Scritto da Marco Amendola su Gazzetta di Modena

introduzione di Boschi Davide
Il grimaldello bulgaro e la sua diffusione fra i malviventi entrano nell’interesse della cronaca giornalistica. Intervistato da Gazzetta di Modena, il nostro Ing. Adalberto Biasiotti, con la collaborazione dei colleghi serraturieri Bortesi Mario e Cattani Antonio, fornisce alcune spiegazioni.
Nella piccola foto a corredo dell’articolo, partendo da sinistra: il collega serraturriere Bortesi, l’ing. Biasiotti con la valigetta contenete il kit in oggetto e il collega serraturriere Cattani.

Topi d’appartamento con l’arma segreta.
E in questo caso il grimaldello per aprire le serrature a doppia mappa, tra le più diffuse in Italia, arriva direttamente dall’Europa dell’Est. Il kit in questione si chiama “grimaldello bulgaro” ed è sul mercato da circa 3 anni. In esclusiva per la Gazzetta di Modena, Adalberto Biasiotti, responsabile territoriale dell’Unione Nazionale Consumatori, ha reperito il kit per dimostrare il funzionamento ai nostri lettori. Ideato, si presume, dai servizi segreti bulgari, il kit è composto da una serie di grimaldelli e “chiavi” autocodificanti capaci di aprire serrature e casseforti a doppia mappa delle marche più diffuse, senza lasciare segni di scasso o effrazione. “Nelle zone grigie del mercato i malviventi possono reperire questi grimaldelli particolari al costo di qualche migliaio di euro, che permettono di aprire in pochi minuti qualsiasi serratura a doppia mappa di vecchia concezione”, spiega Adalberto Biasiotti, che aggiunge: “Il proprietario può trovare la sorpresa della casa aperta al rientro dal lavoro o dalle vacanze, e ancora peggio con la serratura richiusa, e molte compagnie di assicurazione potrebbero avanzare dubbi sulla legittimità dell’attacco e del furto”. Il grimaldello bulgaro (più correttamente decodificatore per serrature a doppia mappa), una volta inserito all’interno della serratura, assume progressivamente il profilo di dentatura della chiave arrivando in fine ad aprire. Volendo, con l’impronta ottenuta sul decodificatore, si possono creare successivamente anche i duplicati della chiave originaria. I topi d’appartamento dotati di questo strumento compiono un primo sopralluogo per rilevare marche e modelli delle serrature che possono violare e quindi delle abitazioni da svaligiare, e in un secondo momento ritornano con i grimaldelli approntati adeguatamente per aprire le serrature in modo silenzioso e veloce e derubare gli appartamenti in tutta tranquillità. Con la collaborazione di due tecnici serraturieri BORTESI E CATTANI, Biasiotti ha messo alla prova una serratura a doppia mappa di una nota marca, dotata di 6 leve di combinazione. “I ladri operano in questo modo: inseriscono nella serratura il grimaldello tensore e successivamente quello decodificatore, detto impropriamente chiave morbida. La “chiave morbida” è un attrezzo con denti mobili, regolati da una frizione che riesce a rilevare la posizione dei denti della chiave originale”, spiega Biasiotti, che prosegue: “Con il tensore e la “chiave morbida” utilizzati in sincronia, i malviventi procedono al palpeggio grazie al quale la dentatura frizionata si adatta alla serratura e rileva le altezze delle mappe assumendone la quota di apertura. In tutto l’operazione dura pochi minuti, sempre se il ladro non viene disturbato.
Biasiotti: “Il mio consiglio è quello di montare serrature di ultima generazione sulle proprie porte, avendo cura di affidare l’intervento a serraturieri qualificati aderenti all’associazione di settore Ersi. Il sistema migliore è quello di installare serrature a doppia mappa combinate a serratura a cilindro europeo perché le serrature di nuova generazione sono difficili da aprire con il grimaldello bulgaro. I costi vanno dai 280 ai 700 euro, ma consentono di evitare spiacevoli sorprese”.

PER INTERVENTI DI CAMBIO SERRATURA CON DOPPIA MAPPA DI NUOVA GENERAZIONE O CONVERSIONI DI SISTEMA CON SERRATURE A CILINDRO RESISTENTI ALLA MANIPOLAZIONE POTETE RIVOLGERVI A BORTESI MARIO ESPERTO SERRATURIERE ALLA ERSI